News

Allarme Fiumi siciliani, necessario intervento di risanamento

Il monitoraggio nel periodo 2011-2018 ha consentito la valutazione dello stato ecologico per 74 dei corpi idrici e per 81 dello stato chimico, pari rispettivamente al 50% e 55% dei corpi idrici monitorabili e non salati, oltre che l’individuazione dei vari parametri che hanno determinato il mancato raggiungimento di stato “buono” come previsto dalla normativa.

EUTROFIA DEI LAGHI

Diverse sono le cause dell'inquinamento deI corpi idrici: di tipo batterico,
termico, per immissione di sostanza organica o inorganica, etc.
Gli effetti più o meno negativi conseguenti a ciascuna di queste cause
inquinanti dipendono dalle caratteristiche del corpo ricettore: in pratica, una stessa
causa di inquinamento può produrre effetti differenti, a seconda del tipo di corpo
idrico e dell'uso a cui lo stesso è finalizzato (potabile, irriguo, ricreativo, etc.).

Legge per il riutilizzo delle acque reflue depurate passa all’unanimità in Commissione

La IV Commissione all’Ars presieduta da Giusi Savarino ha approvato il DDl n. 340, grazie al quale l’acqua reflua depurata non sarà più dispersa in mare ma riutilizzata per uso irriguo, civile, botanico ed industriale.
“All’unanimità la Commissione che presiedo – dichiara l’onorevole Savarino – ha esitato questo disegno di legge che consente agli agricoltori , ad esempio, di utilizzare l’acqua depurata per irrigare i campi.

Pagine